L'approccio sistemico

Il terapeuta sistemico lavora sulla relazione prestando attenzione agli elementi del contesto. Il processo terapeutico è orientato a cercare un significato al di là del sintomo. Uno dei pensieri guida del modello sistemico è che un comportamento preso isolatamente, al di fuori del suo contesto di riferimento, non può essere decodificato, può avere nessuno o molti significati.

Lo psicoterapeuta sistemico lavora indagando la storia delle relazioni famigliari sia che si tratti di terapia individuale che di coppia o della famiglia con l’obiettivo di comprendere quali dinamiche, quali fattori, quali legami hanno contribuito all’emergere del sintomo o del problema, esplorando la funzione che il sintomo riveste per i membri del sistema in esame. 

Il modello sistemico esprime un grande rispetto per quello che i sintomi rappresentano e fanno perché quel sintomo è il modo migliore che quella persona o quel sistema hanno trovato, fino a quel momento, per risolvere un problema. Il terapeuta ha il compito di comprendere, insieme al paziente, quali significati e funzioni esprime quel sintomo e attraverso quali modi alternativi e meno dolorosi si possono rinnovare i legami, rinegoziare gli accordi e rivedere i propri modelli.