Disagio Lavorativo

di cosa mi occupo laura bertola psicologa sondrio

La soddisfazione lavorativa è particolarmente correlata con il benessere psicofisico. La sindorme da disagio lavorativo si manifesta in genere con sintomi ansioso depressivi e disturbi dell’adattamento o psicosomatici (insonnia, colite, debolezza, disturbi fisici ecc.). Nei casi più gravi si può parlare anche di disturbo da stress post-traumatico.

Il disagio lavorativo provoca conseguenze come scarsa efficacia ed efficienza, bassa qualità della comunicazione, clima ostile all’interno del posto di lavoro e bassa produttività, oltre che sulla salute dell’individuo si ripercuotono anche sulle relazioni interpersonali e sulla vita sociale.

 

I principali disagi lavorativi

  • Burn out – Esaurimento emotivo: è un disagio psicologico caratterizzato da esaurimento emotivo (sensazione di essere in continua tensione, inariditi nel rapporto con gli altri), depersonalizzazione (rifiuto nei confronti dell’utenza, distacco, freddezza, scarso coinvolgimento, cinismo) e ridotta realizzazione personale (ci si sente inefficienti sul lavoro). La sindrome da Burn out si osserva soprattutto in quelle professioni in cui ci si occupa delle persone.
    I disturbi psicosomatici che si possono presentare sono: disfunzioni gastrointestinali, disfunzioni sessuali, emicrania e cefalea, malattie della pelle, disturbi dell’appetito e del sonno. I sintomi psicologici sono invece: rabbia, negativismo, isolamento, alterazione dell’umore, freddezza, caduta dell’autostima, perdita di controllo.
  • Mobbing: rappresenta un insieme di comportamenti violenti (abusi psicologici, angherie, demansionamento, umiliazioni, maldicenze ecc.) perpetrati da uno o più individui nei confronti di un altro individuo, prolungato nel tempo e lesivo della dignità personale e professionale nonché della salute psicofisica dello stesso. Questa pratica è spesso condotta al fine di indurre la vittima ad abbandonare il lavoro senza quindi ricorrere al licenziamento o per ritorsione.
    Segnaliamo volentieri il link alla risorsa web helpmobbing.it dove è possibile trovare informazioni e consigli su come difendersi dal mobbing.
  • Stress lavorativo: le caratteristiche del lavoro che sono più facilmente associate allo stress sono il rumore eccessivo, il sovraccarico lavorativo, la mancanza di tempo per poter svolgere un lavoro, la monotonia delle attività, la mancanza di riconoscimento, l’assenza di controllo e discrezionalità, la presenza di eccessive responsabilità, l’ambiguità del proprio ruolo, il conflitto con superiori e colleghi, la mancanza di soddisfazione e realizzazione personale, essere oggetto di mobbing.
  • Workaholism: è la dipendenza dal lavoro, un fenomeno sottovalutato e poco riconosciuto perché, a differenza di altre forme di disagio, nasce da una scelta della persona.