Abuso di Sostanze

La dipendenza da una cosa o una sostanza specifica, può essere tra gli aspetti più difficili della salute mentale. Spesso è difficile da trattare e c’è una quantità di dibattito sulle cause alla radice della dipendenza e sui modi più efficaci per trattarla. I pazienti che hanno una dipendenza da alcol o droghe trovano spesso che l’aiuto di un esperto di salute mentale può essere utile per superare la dipendenza.

Segnali di avvertenza di abuso i droghe o alcol

Abuso o uso improprio di alcol e droghe: il consumo eccessivo o improprio di una sostanza è difficile da definire e le opinioni e i valori differiscono notevolmente sull’argomento.
L’ abuso rimane però evidente nel ripetersi di effetti negativi, ad esempio:

  • Incapacità di adempiere agli obblighi in termini di lavoro, requisiti sociali o accademici.
  • Malattia fisica o infortunio.
  • Questioni legali, come l’arresto per guida in stato di ebbrezza.
  • Problemi con le relazioni con amici intimi, partner intimi o parenti .
  • Spesa eccessiva, ad esempio, spendendo troppo denaro.
  • L’interesse per altre attività è diminuito.
  • Memoria temporanea Blackout o perdita di memoria.
 
Quando l’abuso diventa dipendenza

 

L’abuso di sostanze può causare dipendenza quando aumentano sia la quantità di sostanza consumata che la frequenza del consumo. Le persone che soffrono di dipendenza da droghe o alcol non sono in grado di gestire la loro voglia di consumare. Spesso soffrono di sintomi di astinenza quando terminano improvvisamente l’assunzione delle sostanze. Ad esempio, l’alcolismo è quando le persone sviluppano una dipendenza chimica dall’alcol. Le persone che sono dipendenti potrebbero ammalarsi se smettono di bere. È anche possibile che le persone siano psicologicamente dipendenti dalla sostanza e poi continuino a consumare alcol, in particolare sotto stress o per alleviare altri disturbi mentali. Molte persone non sono consapevoli di soffrire di dipendenza. A volte, la dipendenza da droghe e abusi di un individuo rimane inosservata dai familiari stretti.

La dipendenza chimica può essere rilevata da:

  • Aumento della tolleranza o obbligo di consumare più sostanza per raggiungere lo stato alterato.
  • È necessario assumere la sostanza per tutto il giorno.
  • Cercare la compagnia degli utenti e tagliare i legami sociali con altri utenti.
  • Risentirsi o respingere le espressioni di preoccupazione dei membri della famiglia.
  • Astenersi da altre attività o non adempiere agli obblighi.
  • Sperimentazione dei sintomi di astinenza in assenza del farmaco.
  • Uso della sostanza intensivo e all’eccesso per alcuni periodi
  • Sentirsi incapace di smettere.

Cosa porta una persona a fare uso improprio di droghe o alcol?

I fattori sociali, biologici, psicologici e fisici possono tutti influenzare la probabilità che un individuo sia a rischio di abuso di alcol o droghe. Una storia di dipendenza familiare può rendere una persona più suscettibile alla dipendenza, così come fattori sociali come la pressione dei coetanei e l’accessibilità potrebbero aumentare le possibilità che qualcuno soffra di un problema di dipendenza da alcol o droghe. Inoltre, una volta che qualcuno inizia ad abusare regolarmente, possono verificarsi cambiamenti fisici. La persona potrebbe sviluppare dipendenza fisica, che richiede che la persona faccia continuamente uso del farmaco per stare lontano dai sintomi di astinenza.

L’alcolismo può essere trovato attraverso le famiglie, spesso i figli di coloro che bevono diventano essi stessi dipendenti dall’alcol. C’è qualche controversia tra gli psicologi sulla misura in cui le cause genetiche dell’alcolismo sono un fattore. I ricercatori stanno cercando un gene dell’alcolismo o della dipendenza e altri sostengono che il solo guardare il genitore bere in risposta allo stress può aumentare le possibilità che un bambino beva quando è stressato. La ricerca ha dimostrato che la genetica potrebbe essere responsabile di circa il 50% delle possibilità di diventare vittima della dipendenza da alcol. Alcuni geni aumentano il rischio di una persona e alcuni riducono la probabilità che qualcuno sviluppi l’alcolismo.

La ricerca indica che la stragrande maggioranza delle persone che sono dipendenti da droghe o alcol ha una condizione di salute mentale sottostante o una significativa difficoltà emotiva/psicologica. Quasi la metà delle persone che soffrono di problemi di salute mentale possono incontrare problemi con l’uso di alcol o droghe in determinati momenti della loro vita, spesso a causa dell’uso di asse per l’automedicazione.

Le persone che abusano di alcol o droghe spesso li usano come mezzo per far fronte allo stress della vita come ricordi, eventi o altre esperienze che li sopraffanno emotivamente . Se sono dotati o meno di strategie adeguate per far fronte alle proprie emozioni, coloro che abusano di sostanze dipendono dai piaceri immediati dell’alcol e delle droghe invece di affrontare le sfide che hanno di fronte. A lungo termine, tuttavia, l’uso di alcol e droghe può sicuramente esacerbare qualsiasi problema mentale o psicologico. L’abitudine all’automedicazione può indicare che la terapia è necessaria per affrontare la causa principale del problema o per alleviarne il peso.

Abuso di sostanze e dipendenze nel gruppo familiare 

Se un genitore è dipendente da alcol o droghe è molto probabile che abusa o trascuri anche i suoi familiari o il coniuge. Quando i genitori di bambini piccoli sono emotivamente distanti a causa del consumo di alcol o droghe, è più probabile che la connessione tra bambino e genitore sia fragile. Una famiglia colpita dalla dipendenza potrebbe anche trovarsi di fronte a difficoltà finanziarie e, in determinate situazioni, i genitori potrebbero essere incarcerati a causa degli abusi e ciò potrebbe portare alla separazione dei figli per lungo tempo, causando spesso ulteriore stress per l’intera famiglia . I bambini di coloro che sono tossicodipendenti potrebbero avere problemi a scuola a causa dello stress e altre problematiche che potrebbero essere causati dalle dipendenze dei loro genitori. Potrebbero anche finire per interpretare il ruolo di genitori con fratelli minori e amici, il che potrebbe causare maggiori difficoltà al bambino a sviluppare relazioni sane, con limiti più avanti nella vita.

Potrebbe diventare difficile per le famiglie affrontare la dipendenza di un bambino o di un figlio più grande. I genitori potrebbero sentirsi responsabili della dipendenza dei propri figli o potrebbero non sapere come assisterli al meglio. Tuttavia, quando cercano di aiutare il loro bambino a superare la dipendenza, potrebbero invece ottenere l’effetto opposto. Attraverso programmi come Alcolisti Anonimi , ai genitori viene insegnato come non attaccare il proprio figlio ma mostrare invece amore incondizionato. A volte, un assistente sociale o un consulente può assistere i genitori che stanno lottando in quest’area e aiutarli a trovare il metodo migliore per discutere la questione della dipendenza e dell’abuso di sostanze ai loro figli.

È possibile che tutti in famiglia siano colpiti quando uno dei membri della famiglia soffre di una dipendenza. Un riconoscimento e un trattamento precoci per la dipendenza o l’abuso potrebbero essere utili nel promuovere il recupero e fermare le conseguenze negative a lungo termine sia sulla tua salute come persona dipendente che sulle relazioni tra i membri della famiglia.

Il recente aumento di morti per overdose da oppioidi

Gli oppioidi influiscono sulla regione del cervello responsabile della respirazione. Pertanto, alte dosi di essi possono rallentare la frequenza respiratoria fino a renderla fatale. Quando una persona usa oppioidi per un lungo periodo di tempo, può svilupparne la tolleranza, che può portare alla necessità di assumere quantità maggiori del farmaco per ottenere lo stesso effetto. Tuttavia, il corpo potrebbe non essere in grado di adattarsi abbastanza velocemente alla frequenza respiratoria più bassa e alla fine potrebbe verificarsi la morte. Quando gli oppioidi vengono mescolati con altre sostanze che causano effetti sedativi, come l’alcol, potrebbero essere ancora più dannosi. Alcune persone non sono consapevoli delle sostanze che stanno assumendo, ad esempio quando l’eroina viene miscelata con altre sostanze. In questi casi, coloro che cercano di consumare una dose standard potrebbero accidentalmente assumere una quantità estremamente elevata e potenzialmente pericolosa.

Poiché la tolleranza di un farmaco diminuisce dopo un periodo di astinenza, è intorno a questo punto che gli individui sono a più alto rischio di soffrire di un sovradosaggio. Se una persona che si era astenuta dall’usare il farmaco per un po’ di tempo inizia ad assumere la stessa quantità del farmaco di prima, il suo corpo potrebbe non essere in grado di gestire il dosaggio ed è possibile la morte.

I decessi per overdose da oppioidi non avvengono sempre nell’immediato e vengono spesso evitati se si interviene rapidamente. I segni di un sovradosaggio di oppioidi sono i seguenti:

  • Respirazione estremamente superficiale o lenta o respirazione interrotta bruscamente
  • Pelle che appare cenere o grigia
  • Labbra blu, unghie blu
  • La perdita di coscienza
  • Suoni soffocanti
  • Vomito
  • Un polso lento o irregolare
  • Corpo molle
  • Insensibilità agli stimoli

In caso di sovradosaggio, agire immediatamente è spesso in grado di fermare la morte. Il farmaco Naloxone (chiamato anche Narcan) è in grado di invertire gli effetti di un sovradosaggio di oppioidi. I soccorritori, inclusi agenti di polizia e paramedici, in genere trasportano questo farmaco, tuttavia, poiché la prevalenza di overdose è in aumento, il naloxone sta diventando più accessibile e può essere disponibile senza prescrizione medica in diversi stati.

La terapia può aiutare a superare la dipendenza

Gli specialisti nel trattamento delle dipendenze possono aiutare coloro che stanno lottando a stabilire obiettivi a breve termine realizzabili ed efficaci per aiutarli a liberarsi dalla dipendenza. Dopo che la sobrietà è stata raggiunta e le capacità adattive vengono sviluppate mentre l’individuo cerca di recuperare il benessere fisico ed emotivo e il terapeuta inizierà a guardare alla radice della dipendenza insieme alla persona trattata mentre l’individuo inizia a implementare la nuove strategie risolutive. Insieme, il terapeuta e la persona che riceve il trattamento possono lavorare per stabilire gli obiettivi a lungo termine che potrebbero includere la correzione delle relazioni danneggiate, l’assunzione di responsabilità per i propri comportamenti e il rilascio della colpa.

La terapia può aiutare coloro che sono diventati dipendenti da alcol o droghe, di solito ci sono molte probabilità di superare la dipendenza. Diversi tipi di terapia possono aiutare a questo scopo. In particolare, la terapia cognitivo comportamentale e la terapia del colloquio motivazionale, un approccio alla terapia centrato sull’individuo che si basa sul desiderio dell’individuo di cambiare, hanno mostrato efficacia in questo campo. La terapia può fornire una sorta di aiuto per le persone che frequentano un’organizzazione di auto-aiuto, ad esempio Alcolisti Anonimi; infatti alcuni programmi terapeutici mirano a facilitare i programmi in 12 fasi . Anche la riabilitazione o la terapia ospedaliera possono essere un’opzione praticabile per coloro che hanno difficoltà a raggiungere la sobrietà mentre sono in regime ambulatoriale.

Alcune persone hanno paura di cercare assistenza per problemi di dipendenza a causa del timore di conseguenze legali o, se la persona che soffre di dipendenza è un genitore o un genitore, il coinvolgimento dei Servizi di protezione dell’infanzia. La privacy così come la riservatezza nell’affrontare le dipendenze non è regolata solo dalle linee guida etiche dei professionisti e, in generale, dalla legge statale (come qualsiasi altro trattamento di salute mentale) nonché da specifiche leggi federali.

Ripercussioni mediche

Una dipendenza da alcol a lungo termine può causare una serie di problemi di salute, tra cui la cirrosi epatica, problemi cardiovascolari e epatici e la morte prematura. A lungo termine, l’abuso di alcol può causare problemi di salute mentale e danni cerebrali. L’intossicazione può causare danni interni e potrebbe causare problemi neurologici come perdita dell’udito e perdita di memoria. Potrebbe anche causare altri problemi neurologici, incluso l’aumento della probabilità di aggressione o violenza . Le persone che si iniettano droghe corrono un rischio maggiore di contrarre l’HIV e l’epatite e hanno maggiori probabilità di soffrire di un parto inaspettato e di contrarre una malattia a trasmissione sessuale. Inoltre, l’uso di droghe o alcol può portare a un umore squilibrato, che può portare ad ansia e depressione oltre ad altri problemi di salute mentale.

Un sovradosaggio fatale può verificarsi per molti dei farmaci comunemente abusati. Infatti, i farmaci come gli analgesici oppioidi costituiscono la causa di morte più frequentemente citata per overdose di farmaci. La marijuana è generalmente considerata un’eccezione solitaria perché la morte per overdose è estremamente improbabile. Tuttavia, l’uso eccessivo o inappropriato della marijuana può causare disturbi come la diminuzione della capacità dei polmoni, problemi mentali e disturbi mentali e dell’umore.

Non è facile smettere di usare una sostanza chimica, ma potrebbe anche essere rischioso. I consumatori abituali di alcol e farmaci da prescrizione sono generalmente consigliati di non interromperne bruscamente l’uso senza il consiglio del medico. L’interruzione della sostanza potrebbe causare sintomi di astinenza come malattie fisiche, cambiamenti di umore a breve termine, aumento dell’appetito, sonnolenza e nausea , sbalzi emotivi e altri sintomi. Ad esempio, l’astinenza dagli oppioidi può essere estremamente debilitante, tuttavia generalmente non è fatale. L’uso di farmaci può aiutare a evitare potenziali problemi di astinenza, ma quando la dipendenza di una persona da alcol o droghe è così estrema che i sintomi di astinenza possono essere pericolosi per la vita, la necessità di un ricovero per stabilizzare l’individuo è solitamente necessario un programma di trattamento presso l’ospedale o il centro di cura .

Esempi di abusi di droghe e alcol

  • Automedicazione con alcol: Clara, 57 anni, consuma regolarmente alcolici, sia vodka che birra, da quasi 45 anni. Ma dalla morte del marito a causa dell’alcol il suo consumo di alcol è aumentato drammaticamente: invece di bere nei fine settimana e drink occasionali dopo il lavoro, ha bevuto tutto il giorno. Di recente, è stata licenziata per non essere stata in grado di lavorare nei giorni in cui aveva i postumi di una sbornia. È stata anche arrestata per guida in stato di ebbrezza e ha perso la patente. Ha una relazione difficile con i suoi due figli che crede la incolpino per il suicidio del padre. Clara è consapevole del suo problema, tuttavia la sua depressione e ansia la portano ad auto-medicarsi. Alla fine è convinta da un caro amico che dovrebbe cercare assistenza. Clara è consapevole che non può smettere da sola, quindi è disposta a iscriversi a un centro di trattamento delle dipendenze. Con l’assistenza di professionisti medici può mantenere la sua sobrietà e inizia un rigoroso programma di trattamento e terapia di gruppo in 12 fasi dopo la sua partenza dalla struttura di cura. Nei prossimi mesi è costretta ad affrontare il suo lutto non solo per la perdita dell’amato marito, ma anche per i numerosi rimpianti e perdite che derivano da una vita da ubriaca. Confrontarsi con questi fatti può riportare Clara a bere e ha alcune ricadute, ma alla fine riesce a interrompere il ciclo e inizia a ricostruire il suo rapporto con i figli. Questo le fornisce una sensazione di realizzazione, guarigione e pace.
  • Problemi con l’uso di droghe in famiglia e adolescenti: Marco, 17 anni, è un adolescente che ha iniziato a prendere regolarmente marijuana e quando inizia il suo ultimo anno al liceo, l’adolescente inizia a sperimentare droghe più potenti come cocaina, LSD e Valium . È stato accettato all’università e ha affermato che “non c’è motivo di fare altro che festeggiare”. I genitori di Marco sono estremamente preoccupati e gli ricordano costantemente di smettere di fumare, tuttavia lui risponde alle loro richieste con un misto di disprezzo e un sorriso beffardo. Le sessioni familiari mostrano un profondo odio tra Marco e suo padre, che è rigoroso e aumenta il divario con sua madre che soffre di depressione e ansia, nonché suo marito e suo figlio. La terapia si concentra sul miglioramento della capacità di comunicare ed esprimere emozioni, nonché sulla creazione di nuovi confini più appropriati per il viaggio di Marco dall’adolescenza all’età adultaNei prossimi mesi Marco chiede aiuto per tenere sotto controllo il suo bere. Suo padre affronta una sessione di terapia individuale per problemi di rabbia, mentre sua madre che sta frequentando una terapia individuale e assume farmaci noti come antidepressivi chiede il divorzio. Marco torna a casa provando un senso di sollievo. Continua la sua terapia all’università prima di diventare un assistente dei coetanei per aiutare gli studenti che cercano di rimanere in salute ed evitare l’uso di droghe

Articoli Correleati

disturbi
Dottoressa Laura Bertola

Disturbi Alimentari

I disturbi legati al cibo si verificano quando il rapporto di una persona con il cibo entra in una spirale che sfugge di mano. Questo può manifestarsi

leggi adesso »
disturbi
Dottoressa Laura Bertola

Problemi Sessuali

La terapia sessuale è una forma di psicoterapia che affronta problemi di salute mentale e problemi emotivi che influenzano il funzionamento o la pulsione sessuale

leggi adesso »
disturbi
Dottoressa Laura Bertola

Autostima

L’autostima è il livello in cui si è fiduciosi, apprezzati e meritevoli di rispetto. Va da basso a alto. Laddove l’autostima di un individuo rientri in questo

leggi adesso »